823 Views |  Like

Tutte le novità della nuova ammiraglia della flotta Azimut Grande: il 115

Parlare di yacht e di design innovativo può sembrare un ossimoro. Se poi si parla di yacht di serie o semicustom, quelle proposte come innovazioni sono quasi sempre variazioni di formule vincenti che, prima di essere davvero modificate, vengono declinate in ogni possibile sfumatura, spacciata di volta in volta per grande novità. A volte, però, capita di trovarsi davanti a una imbarcazione davvero diversa. Uno yacht che è stato progettato secondo stilemi tradizionali, ma con un occhio al futuro e molta tecnologia nascosta. Ma, soprattutto, con interni che fanno tabula rasa dello yacht design tradizionale.

NAVIG_1_4_copy

L’Azimut Grande 115, che scenderà in acqua nel corso del 2016, è uno di questi. Con i suoi 35 metri di lunghezza fuori tutto sarà la nuova ammiraglia della linea Azimut Grande. «Rinnovare la nostra gamma sopra i 30 metri era diventata una necessità», spiega Luca Cristino, brand manager di Azimut Grande. «Il 105 e il 116 erano imbarcazioni ormai datate e, piuttosto che sottoporre questi due modelli a un restyling, abbiamo preferito progettarne uno nuovo che ci desse la possibilità di osare qualcosa di più».

ZOOM_BEACH_AREA_copy

Gli esterni sono quelli tradizionali della linea Azimut Grande ma, a differenza delle sister ship, il 115 ha la sovrastruttura con laminazione in fibra di carbonio per limitare il peso e per consentire di allargare il fly senza creare problemi strutturali. L’altra novità tecnica per un Azimut è nascosta sott’acqua. Il 115 ha infatti una carena semiplanante con wave piercer, un bulbo di prua che aumenta l’opera viva assicurando il 15 per cento di risparmio di carburante ma, soprattutto, migliora le performance sia ai bassi regimi sia in planata.In termini di prestazioni, l’Azimut Grande 115 fa onore al proprio nome: motorizzato con due Mtu da 2400 hp ciascuno, raggiunge i 25,5 nodi di velocità massima e, grazie ai serbatoi da 18mila litri, ha 500 miglia di autonomia alla velocità di crociera di 21 nodi, con stabilizzatori laterali, e 1100 miglia a 12 nodi.

ZOOM_PRUA_2_copy

Novità interessanti sono anche quelle legate a design e layout. Articolato su due ponti più il fly, il 115, che è certificato Rina pleasure, ha linee pulite, teak ovunque e spazi esterni davvero grandi per una imbarcazione di 35 metri.

Az112F - MD - Living 003_

E se si considera che il living ha la superficie di 60 metri quadrati, il fly di 72, il pozzetto e la beach area di 40 e il sun deck optional di 30 metri quadrati, si capisce che, per una volta, non si parla di spazi ampi così, tanto per dire.

Az112F - MD - Owner cabin 001_

Il ponte principale prevede un pozzetto a poppa e un grande living a prua articolato su più livelli che accoglie un’area prendisole; un’area relax con divano e tavolo e una jacuzzi a prua che verrà probabilmente coperta per aumentare lo spazio utile quando non è Az112F - MD - Living 001_copyin uso.

Tra le cose più insolite c’è la parte poppiera della copertura del sundeck che può essere trasformata in un’ulteriore area prendisole sostituendo la tenda di copertura con un pavimento fisso in teak.

Az112F - LD - Lobby 008_copy

Gli interni, firmati da Achille Salvagni, sono un susseguirsi di forme sinuose che si rincorrono creando un ambiente lineare, ma movimentato, con il ponte principale caratterizzato da un insolito divano tondo posizionato al centro del grande salone. L’Azimut Grande 115 avrà cinque cabine ospiti con, sul ponte principale, la owner dotata di terrazzino abbattibile e quattro cabine equipaggio, oltre a un grande fly con tavolo da pranzo e area bar. A poppa il garage laterale lascia spazio a una beach area attrezzata con accesso esterno dal ponte principale.

Az112F - LD - Lobby 006_copy