100 Views |  Like

Il Se77antasette di Benetti

Se per gli appassionati di storia italiana il 77 è stato un anno di svolta culturale del secolo scorso, Se77antasette rappresenta, per il mondo dello yacht design, un passo, o meglio un salto in lungo, verso una nuova prospettiva sul futuro.

Benetti_77_render by FR-EE © (1)

Il lungo salto che porta a oltrepassare schemi ripetuti è stato compiuto da Benetti insieme a Fernando Romero, uno degli architetti più conosciuti nel panorama contemporaneo.

Benetti_77_render by FR-EE © (2)

Artefice di vere e proprie imprese architettoniche, intese nel senso più creativo del termine, Romero, insieme al suo studio FR-EE, mette in pratica il concetto di traslazione: le attuali espressioni del contesto culturale e sociale sono, appunto, traslate in forme tridimensionali inedite e inusuali. 

Benetti_77_render by FR-EE © (3)

Così il progetto Se77antasette, il cui riferimento numerico è legato alla lunghezza esatta dello scafo, supera lo schema della strutturazione orizzontale dei ponti con intersezioni angolari e, con un movimento verticale che segue sinuosamente le forme della barca, trasforma lo yacht in un immaginario organismo vivente, in armonia con la natura circostante.

Benetti_77_render by FR-EE © (4)

Le linee continue degli esterni e l’unione dinamica tra i ponti, in un saliscendi che collega i diversi livelli, creano spazi senza soluzione di continuità. Visivamente è evidente l’assenza totale della strumentazione esterna, i radar sono integrati e invisibili, posizionati in una cupola di vetro che nasconde invece di rivelare.

Benetti_77_render by FR-EE © (6)

Negli spazi interni dedicati alla socialità spiccano un importante salone per ricevimenti, una zona business con un’area specifica per riunioni e presentazioni e una galleria d’arte, mentre il ponte di ingresso a poppa, con tre aperture complete, si trasforma in una terrazza sul mare, diventando una SPA.

Benetti_77_render by FR-EE © (7)

Il filo rosso che definisce lo stile dello yacht è la duttilità: gli ambienti sono adattabili a esigenze diverse. La zona giorno centrale, ad esempio, a doppia altezza e con un collegamento visivo tra ogni ponte dello yacht, crea uno spazio trasformabile in zona pranzo, in sala cinema oppure in teatro.

Benetti_77_render by FR-EE © (8)

La master suite, a prua del ponte principale, è un appartamento di 100 metri quadrati a cui si aggiungono i 140 metri quadrati dell’area esterna con piscina privata; questo spazio, grazie a un sistema di sollevamento del pavimento, può diventare un eliporto.

Benetti_77_render by FR-EE © (9)

Nella cabina armatoriale, il letto in legno è al centro della stanza, con comodi divani ai lati, mentre per lavorare in completa riservatezza, una parte dell’ampia suite è utilizzabile come ufficio hi-tech. Oltre alla suite armatoriale, i 14 ospiti avranno a disposizione due cabine vip e quattro cabine guest sul ponte inferiore.

Benetti_77_render by FR-EE © (10)

Le caratterizzano luminosità ed eleganza, come ogni ambiente dello yacht: le prime presentano una vetrata scorrevole a tutta altezza che consente l’accesso alla terrazza privata dotata di sistema telescopico, mentre le cabine ospiti, a centro nave, sono caratterizzate da una vetrata in cui è inserita una struttura sinusoidale che può essere utilizzata, come seduta e tavolo, per il relax.

Benetti_77_render by FR-EE © LIVING

L’osservatorio è la zona più intima e originale di 77 e si trova sul top deck: lastre di vetro di 8.5 metri definiscono il profilo curvilineo dello yacht e, la notte, la cupola diventa uno schermo per la realtà aumentata per avere la posizione dello scafo e una panoramica del cielo stellato.

Benetti_77_render by FR-EE © MASTERSUITE

Per quanto riguarda la propulsione lo yacht sarà equipaggiato con cinque generatori caterpillar a velocità variabile, 4xC32 (1048 ekW @ 2300 rpm) e un C18 (563 ekW@ 2100 rpm) collegati a due coppie di pod a eliche controrotanti, guidati da motori a magneti permanenti.

Benetti_77_render by FR-EE © SPA (2)

La velocità massima sarà di 16 nodi con un’autonomia di 5000 miglia nautiche a 12 nodi.

Benetti_77_render by FR-EE © SPA

Parlando dello yacht, Fernando Romero ha dichiarato: «Se77anatasette nasce dall’analisi del DNA di Benetti e al tempo stesso dalla riflessione su ulteriori scenari che le nuove tecnologie hanno reso possibili, permettendoci di creare un’esperienza di navigazione completamente nuova. Questa straordinaria collaborazione ha visto FR-EE e Benetti unire con successo la loro esperienza per realizzare un superyacht all’avanguardia, una nuova forma di arte per il 21° secolo». Arte e futuro, 77 si rivela essere il numero su cui puntare.