55 Views |  Like

Il nuovo 75 flybridge di Malcolm McKeon

Nel suo nuovo progetto lungo 72,5 metri  armato a sloop, Malcolm McKeon è riuscito a inserire un comodo ponte fly  senza compromettere le linee slanciate e l’eleganza del profilo grazie a un escamotage: ha posizionato il fly molto più a poppa di quanto non si faccia normalmente, lo ha allungato fino a coprire il pozzetto e ha previsto per la deck house pareti laterali in vetro curvo che addolcissero le forme.

E non è tutto. Il 75 flybridge dispone anche di murate laterali che si aprono a formare grandi terrazze quando lo yacht è all’ancora. Stesso discorso anche per la murata del beach club (perché è ovvio, il beach club su uno scafo del genere non può mancare, e per di più ha l’accesso diretto alla suite armatoriale) che si abbassa fino a diventare una piattaforma a pelo d’acqua.

A prua, l’alloggio del tender diventa una piscina con tanto di area relax. Le performance, inutile dirlo, saranno anch’esse estremamente interessanti grazie alla lifting keel, alla randa square top e all’alloggio per fiocco e genoa posizionato sul ponte.