118 Views |  Like

Heesen ha presentato Acquamarine, il primo yacht della classe Alluminium 5000

Heesen ha presentato Aquamarine, il primo yacht della classe Alluminium 5000.

Si tratta di un fast cuiser interamente costruito in alluminio che sarà dotato di una carena di nuova progettazione, frutto della collaborazione degli architetti navali di Heesen e dello studio di idrodinamica Van Oossanen Naval Architects. 

Van Oossanen ha prima realizzato un modello in scala 1:16 che è stato testato nella vasca navale di Southampton, e poi eseguito I test CFD e ottimizzato il profilo della chiglia. 

Questa ottimizzazione è stata ottenuta dando una forma più slanciata allo specchio di poppa e incorporando due tunnel di propulsion all’interno della carena.

Tutto ciò si è anche tradotto in una diminuzione del pescaggio che, grazie ai tunnel, è limitato a 2,15 metri e consente ad Aquamarine di navigare senza problem anche nei fondali bassi, ma affascinanti, di località come le Bahamas o alcune zone del Mediterraneo. 

Non solo, la forma della carena ha anche permesso l’installazione dei nuovi motori Mtu 16V4000M65L green oceanic. Si tratta di propulsori che sono stati studiati per operare con una SCR unit, una riduzione selettiva della funzione catalitica che consente di emettere minori emissioni NOx.

Aquamarina sarà quindi il primo fast cruiser sotto le 500GT a soddifare I requisiti IMO Tier III e, in linea con la filosofia di Heesen, sarà uno yacht a basso impatto ambientale senza che questo ne comprometta velocità e performances. 

Le linee esterne, disegnate da Omega Architects sono possenti, ma slanciate al tempo stesso. “Il profilo che abbiamo disegnato per la Classe Alluminium 5000 abbina quelle che sono le nostre linee distintive con quelle eleganti che contraddistinguono le barche sportive di Heesen” ha spiegato Frank Laupman di Omega Architects. “Il disegno integrato di chiglia e sovrastruttura, visto per la prima volta sull’iconico 65 metri Galactica Star, dona inoltre un carattere possente allo yatch”, ha concluso. 

Sotto il pozzetto di poppa, attrezzato con prendisole, trova posto un garage per i tender che diventa anche un beach club. 

Gli interni, firmati da Cristiano Gatto, sono di ispirazione giapponese e possono accogliere fino a 12 ospiti in quattro cabine doppie sul ponte inferior e in una grande suite armatoriale posizionata a prua del ponte principale.

Aquamarine è attualmente in costruzione negli scali di Oss e dovrebbe essere varata nel gennaio del 2021.