77 Views |  Like

È in edicola il nuovo numero di Sea Time by Top Yacht Design

All’interno di Top Yacht Design 22 c’è il nuovo numero di Sea Time.

L’adrenalina della velocità. Il gusto dell’avventura, il fascino della tradizione. E ancora sostenibilità e design. Il mare e il tempo: due termini che tornano alla ribalta in questa edizione di Sea Time attraverso racconti, interviste e approfondimenti che mettono in luce il legame che li accomuna. Limitare il ragionamento ai contenuti tecnici di un segnatempo è riduttivo. Ogni orologio va oltre la logica del prodotto: ha una storia da raccontare. Mette in luce le capacità e l’ingegno dell’uomo. Stabilisce una connessione tra passato e presente. E in più di un’occasione è stato compagno fedele di missioni ai limiti dell’estremo. Il lockdown e la pandemia del Covid-19 non hanno impedito all’industria del tempo di mettere a punto un’ondata di novità che mai come prima vedono il mare al centro della scena. Le pagine di questo speciale sono state concepite per coinvolgere attraverso interviste esclusive su questo tema alcuni tra gli esponenti più importanti di questo settore. Abbiamo chiesto a Rayanald Aeschlimann, Ceo e Presidente di Omega, le ragioni che hanno portato la Casa di Bienne ad affiancare il proprio nome non solo a Emirates Team New Zealand, ma anche alla 36a edizione della Coppa America. Abbiamo intervistato Patrick Pruniaux, Ceo di Ulysse Nardin, marchio che quest’anno a novembre debutterà al via della Vendée Globe, aggiungendo così un nuovo capitolo a una storia come quella della Maison di Le Locle legata a doppio filo al mare. Così come, attraverso le parole di Christoph Grainger-Herr, Ceo di Iwc Schaffhausen, siamo risaliti alle ragioni che hanno spinto la casa orologiera di Sciaffusa a consacrare il mare attraverso la nuova collezione Portugieser. Non poteva poi mancare un capitolo legato al design che ha nel sesto continente un’importante fonte d’ispirazione, come testimoniano i 55 anni dal lancio del primo orologio subacqueo di Seiko. L’ultima parola, ma anche quella più importante, spetta alla sostenibilità, un fronte sul quale l’intero comparto orologiero si è compattato per trovare e sostenere nuove soluzioni per tutelare e proteggere l’ambiente, quello marino su tutti. Un ambito nel quale Rolex ha tanto da raccontare.