1236 Views |  1

Al Marina di Varazze il primo Raduno Azimut Yachts 

Volge al termine, a Varazze, il primo raduno Azimut Yachts.

Ideato e realizzato da V Marine, dealer Azimut Yachts per Toscana, Liguria, Piemonte, Val d’Aosta e Lombardia, l’evento è dedicato agli armatori Azimut Yachts e ai clienti Maserati.

Nominalmente si tratta di un raduno, il primo mai organizzato sotto l’egida del famoso brand icona del made in Italy nautico, ma la definizione è forse riduttiva per trasmettere esattamente la portata delle attività che si stanno svolgendo nel famoso marina ligure.

Il Raduno di imbarcazioni, cuore dell’evento, è stato infatti arricchito dalla presentazione agli armatori italiani dell’Azimut 66’ Fly, l’ultimo gioiello del cantiere di Avigliana.

66 Running 6

Parallelamente gli ospiti hanno avuto la possibilità di dilettarsi per mare e su strada, con i sea trials delle imbarcazioni Azimut Yachts a disposizione presso il Marina e i test drive delle lussuose vetture Maserati, tra le quali spicca la novità del momento: il grintoso suv Levante.

Interessante e ambitissima la Azimut Owner Academy, che Azimut Yachts ha organizzato per consentire agli invitati di approfondire la loro conoscenze sulla potenzialità e le funzionalità dei loro yachts e per soddisfare quesiti tecnici. All’Accademia partecipano tecnici Volvo Penta, Raymarine Marine Electronics e Seakeeper.

72 Fly Running 1

Parallelamente IWC, l’azienda svizzera antesignana di una sofisticata manifattura orologiera, con i suoi prodotti sta coinvolgendo gli interessati in una particolare esperienza di engineering excellence, durante la quale un mastro orologiaio mostra le sue abilità nel maneggiare i preziosi segnatempo.

Per gli amanti degli sport acquatici il Rendez-V Marine ha organizzato anche un “evento nell’evento”: un’intera area del Marina di Varazze, oltre all’ampia banchina che il Marina ha riservato alle imbarcazioni degli armatori Azimut Yachts accorsi al Raduno, é stata infatti appositamente allestita con pontili Candok e dedicata agli sportivi per dar loro modo di testare le innumerevoli attrezzature (dalle biciclette alle tavole da surf, dalle moto d’acqua ai jetski) a disposizione.

Una tre giorni che ha entusiasmato i partecipanti, nonostante il meteo non sia stato altrettanto entusiasmante.